Post

Italia Bio e Transizione ecologica

Immagine
  AGRICOLTURA, WWF: L’ITALIA BIO DEVE PUNTARE AL 40% DI SUPERFICIE AGRICOLA UTILIZZATA (SAU) ENTRO IL 2030 PER UNA  VERA TRANSIZIONE ECOLOGICA      L’Italia deve fissare obiettivi più ambiziosi di quelli indicati dalla Commissione UE con la Strategia Farm to Fork, per essere competitive le filiere agroalimentari “Made in Italy” devono poter contare sul 40% della superficie agricola nazionale gestita in agricoltura biologica entro il 2030. Mentre la Legge nazionale sul biologico sarà presto approvata dal Senato e i consumatori continuano a premiare i prodotti biologici, anche in piena emergenza Covid, resta l’incognita del nuovo Piano di Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei fitofarmaci, scaduto nel febbraio 2018 ed insabbiato dal Governo nonostante il richiamo della Commissione Europea     Se l’Italia vuole avviare seriamente una transizione ecologica della propria agricoltura deve puntare ad obiettivi più ambiziosi, ma realistici, superiori a quelli indicati dalla Commissione UE

Green economy... sarà un affare (?)

Da Corriere della sera 21 novembre 2020 - 07:48 L'ambiente? E' diventato un alleato del profitto e del made in Italy di Nicola Saldutti https://www.corriere.it/economia/opinioni/20_novembre_21/ambiente-diventato-alleato-profitto-made-italy-4aace5d2-2bc4-11eb-b3be-93c88ba49aa1.shtml Sta succedendo qualcosa che solo pochi anni fa sembrava impensabile. Non avviene in modo lineare, ma i segnali cominciano a essere più forti. Costanti. La pandemia ha aperto una situazione di emergenza che però non ha rallentato quello che stava accadendo prima di marzo: le imprese, le istituzioni, le persone, le comunità, stanno sempre di più ragionando (e agendo) su come tenere l'equilibrio tra profitto, responsabilità individuale e bene comune. Solo qualche anno fa la parola sostenibilità era confinata a pochi visionari dell'ambiente inteso come fattore di sviluppo. Visti anche con qualche sospetto da chi aveva subito i danni di un ecologismo estremo e di maniera. Ma qualcosa sta cambiando

SERR 2020

Immagine
dal sito della Provincia di Campobasso  SERR, Roberti: "Iniziativa di sensibilizzazione sulla quantità di rifiuti e sulla necessità di ridurli" È iniziata sabato 21 novembre 2020 la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, che vedrà, fino al 29 novembre, una serie di eventi online. La Provincia di Campobasso partecipa, quest'anno, all'iniziativa con lo Europe Direct Molise, che ha organizzato l'iniziativa insieme con il Comune di Campobasso e il Centro di Documentazione europea dell'Unimol. Le amministrazioni comunali di Termoli e Agnone, la Sea, Legambiente Molise Circolo di Campobasso, WWF Molise, Ambiente Basso Molise e Fare Verde Molise hanno condiviso e supportano l'iniziativa.  "La Provincia, attraverso lo Europe Direct, è protagonista della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti - afferma il Presidente della Provincia di Campobasso, Francesco Roberti - Sono otto giorni durante i quali saranno promosse azioni di sensibilizzazione

#Cambiamo agricoltura

Immagine
  Dal seminario online “Agroecologia e PAC post 2020”, che si è svolto ieri pomeriggio,  la  Coalizione #CambiamoAgricoltura  ha rilanciato la sfida alle Istituzioni UE e al Governo italiano per una transizione ecologica della nostra agricoltura:  “l'agroecologia è l'approccio alternativo all'agricoltura industriale che emerge dalle migliori pratiche realizzate in queste decenni, come, ad esempio, il biologico e il biodinamico. Un approccio sistemico, che consente non di guardare al singolo campo, ma una visione complessiva dell'azienda e del territorio, oggi coerente con le strategie Farm to Fork e Biodiversità 2030 proposte dalla Commissione Europea. Per questo serve una PAC post 2020 in grado di sostenere realmente questa transizione agroecologica”.  È da questo punto di partenza che la Coalizione #CambiamoAgricoltura ha organizzato ieri l’incontro web, a cui hanno partecipato le Associazioni della Coalizione, le tre maggiori Associazioni agricole e il mondo della ri

21 novembre Giornata Nazionale degli Alberi

Immagine
 Il WWF Nazionale, per la giornata degli alberi, sceglie l'immagine dell'Oasi di Guardiaregia Campochiaro con una foto di Nicola Merola

online One Planet School!

Immagine
DA OGGI ONLINE ONE PLANET SCHOOL     LA NUOVA PIATTAFORMA DI E-LEARNING WWF PER COMPRENDERE LA COMPLESSITÀ DEL PRESENTE E AFFRONTARE LE SFIDE DEL FUTURO     Link alla piattaforma:  oneplanetschool.wwf.it   Link alla cartella multimediale con foto e video>> Oggi due presentazioni su ZOOM, una per i docenti alle  16.30  e una aperta a tutti alle  18.00 Conoscere significa riuscire a leggere nelle righe della complessità che governa il nostro tempo, comprendere i meccanismi che ne sono alla base per riconoscere ed affrontare le grandi emergenze del nostro tempo. Proprio per riuscire a orientarsi in questa complessità il WWF Italia ha progettato e realizzato  One Planet School , una piattaforma di apprendimento e conoscenza permanente, innovativa e gratuita rivolta a tutti e non solo a studenti, docenti, ma anche a operatori dell’informazione e a chiunque voglia approfondire i meccanismi che regolano il Pianeta che ci ospita e sostiene, ma anche i nostri compo

Urban Nature 2020 a Campobasso

Immagine
Le città italiane, grazie all’impegno delle realtà civiche, stanno migliorando sulle buone pratiche del verde urbano. È quanto emerge dalla raccolta delle segnalazioni di gestione virtuosa civica del verde del WWF, che dimostrano l’intraprendenza di comitati ed associazioni locali nel voler conservare e valorizzare la biodiversità dei 20 capoluoghi di Regione e nel territorio delle 14 città metropolitane. Dai risultati del questionario, distribuito a partire dallo scorso maggio, emerge una moltitudine di iniziative consolidate, di cronache e storie positive, di riscatto del patrimonio naturalistico delle 24 città più importanti del nostro paese, racchiuso nel perimetro urbano o situato oltre i suoi confini. L’evento campobassano di “Urban Nature 2020” si è svolto quest’anno proprio nella cornice di una di queste iniziative, negli spazi urbani messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale all’Associazione “Vivi il tuo quartiere Colle dell’Orso” che, tra mille immagi

invito Urban Nature 2020

Immagine

Urban Nature a Campobasso con il Professor Tanno

Immagine