Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2020

A caccia dei lupi nell'Oasi, ma è una buona notizia

Immagine
 da Primonumero Monitoraggio sul lupo in Italia, WWF all’opera nella riserva di Guardiaregia-Campochiaro Istituzioni nazionali, Enti pubblici e Associazioni uniscono le forze per la prima volta per raccogliere informazioni e dati su distribuzione e consistenza della popolazione di lupo (Canis lupus italicus) a livello nazionale. Da ottobre 2020 a marzo 2021 verranno perlustrate, alla ricerca di segni di presenza della specie, circa 1.000 celle di cento chilometri quadrati, distribuite sull’intero territorio nazionale. Per la prima volta il monitoraggio verrà effettuato a livello nazionale, dalle Alpi alla Calabria, utilizzando protocolli di campionamento standardizzati, messi a punto dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA). Per riuscire in questa sfida ambiziosa, ISPRA ha attivato una collaborazione con Federparchi (per il monitoraggio dell’area peninsulare) e con il progetto LIFE WolfAlps-EU (per il monitoraggio dell’area alpina), e ha coinvolto diver

Biometano a Pozzilli, le osservazioni

Immagine
  Dal Sito Mamme per la salute e l' ambiente di Venafro PERICOLO DI UNA NUOVA AGGRESSIONE PER IL NOSTRO TERRITORIO “POLO TECNOLOGICO PER LA PRODUZIONE DI BIOMETANO AVANZATO, localizzato nel Comune di Pozzilli (IS)” , un impianto che non solo non serve alla collettività ma crea problemi. L’impianto non risponde ai bisogni del nostro territorio, ma produrrà un aumento dei rifiuti speciali e talvolta pericolosi prodotti in Molise , grazie ai rifiuti che verranno da altre regioni. Il Molise non produce molti  rifiuti e per poter far lavorare un impianto sovradimensionato deve importarli da fuori Regione.  Una scelta di “sviluppo” che assolutamente non condividiamo. Tante le criticità e i rischi riscontrati  dalla nostra analisi tecnica. Perché i cittadini devono pagare i conti ambientali  e sanitari di una speculazione privata ? Il 27 novembre ultimo giorno per presentare le osservazioni; politici, associazioni ed anche semplici cittadini condividano quanto da noi inviato alla Regione

Comunicato Stampa I Animali: Primo Piano nazionale di monitoraggio del Lupo in Italia, WWF in prima linea con 150 volontari

Immagine
          ANIMALI: PRIMO PIANO NAZIONALE DI MONITORAGGIO DEL LUPO IN ITALIA, ANCHE IL WWF IN PRIMA LINEA CON 150 VOLONTARI 

Black Friday, WWF: La Natura non è scontata.

Immagine
        BLACK FRIDAY, WWF: LA NATURA NON È SCONTATA MENO 68% NON È UN'OFFERTA, MA IL CALO MEDIO DELLE POPOLAZIONI DI ANIMALI VERTEBRATI NEGLI ULTIMI 50 ANNI ORSO POLARE, ELEFANTE AFRICA

SERR 2020 - la campagna del Comune di Campobasso per l'acqua buona

Immagine
 dalla pagina facebook del Comune di Campobasso Buona, economica, ecologica. Ma da dove arriva l'acqua della rete pubblica cittadina? La città di Campobasso è rifornita da tre principali linee di approvvigionamento idrico, Acquedotto Molisano Destro (Biferno) e dalle sorgenti comunali Monteverde e Foce. La linea principale è quella dell'Acquedotto Molisano destro che serve gran parte delle contrade cittadine, la zona industriale, il centro murattiano, i quartieri Cep, San Giovanni e Vazzieri. La linea Monteverde raggiunge, invece, la zona Cese, Conte Rosso, mentre la line Foce serve la zona dell'omonima Contrada. La zona della Collina Monforte, centro storico, via Garibaldi e parte delle zone residenziali a valle (S.Antonio dei Lazzari e San Lorenzo), sono invece raggiunte in maniera mista dal Molisano Destro e dalla sorgente Foce. In base alla sorgente che raggiunge la propria zona di residenza e grazie alle tabelle di sintesi dei controlli della qualità dell'acqua pub

SERR 2020 - evento online

Immagine
dal sito della Provincia di Campobasso 27 novembre 2020 - ore 10,00 "EU Green Deal: la nuova strategia europea per la crescita senza danneggiare l'ambiente"- evento on line L'evento vede la partecipazione di docenti universitari e di esperti in campo ambientale. E' prevista anche la partecipazione dell'ing. Gianfranco Farinaccio del Parlamento europeo: Saranno collegati con noi gli studenti del Tiberio di Termoli e del Liceo scientifico Mario Pagano di Campobasso, alcuni dei quali seguono il progetto di cittadinanza attiva e di  monitoraggio civico A Scuola di Opencoesione, edizione 2020-2021.  Media partner Zona Rossa Web TV che seguirà con noi l'evento. PER RICEVERE IL LINK DI MEET SCRIVERE A europedirectmolise@provincia.campobasso.it 

Italia Bio e Transizione ecologica

Immagine
  AGRICOLTURA, WWF: L’ITALIA BIO DEVE PUNTARE AL 40% DI SUPERFICIE AGRICOLA UTILIZZATA (SAU) ENTRO IL 2030 PER UNA  VERA TRANSIZIONE ECOLOGICA      L’Italia deve fissare obiettivi più ambiziosi di quelli indicati dalla Commissione UE con la Strategia Farm to Fork, per essere competitive le filiere agroalimentari “Made in Italy” devono poter contare sul 40% della superficie agricola nazionale gestita in agricoltura biologica entro il 2030. Mentre la Legge nazionale sul biologico sarà presto approvata dal Senato e i consumatori continuano a premiare i prodotti biologici, anche in piena emergenza Covid, resta l’incognita del nuovo Piano di Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei fitofarmaci, scaduto nel febbraio 2018 ed insabbiato dal Governo nonostante il richiamo della Commissione Europea     Se l’Italia vuole avviare seriamente una transizione ecologica della propria agricoltura deve puntare ad obiettivi più ambiziosi, ma realistici, superiori a quelli indicati dalla Commissione UE