mercoledì 2 dicembre 2015

Il Senatore Ruta contro le Trivelle

"Dopo che la metà delle regioni italiane (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania,  Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Veneto) si è espressa contro le trivellazioni "facili" in mare e in terra, ho ritenuto opportuno presentare al c.d. 'decreto Giubileo' (decreto legge 185/2015 recante misure urgenti per interventi nel territorio), all'esame della Commissione Bilancio del Senato, un emendamento per raccogliere fedelmente le istanze dei quesiti referendari, assicurare procedure più incisive per tutelare il territorio e superare anche il conflitto istituzionale in atto".

 Lo afferma il senatore del Pd Roberto Ruta, che specifica "non si può non tener conto del pronunciamento formale di 10 Consigli regionali, del nord e del sud d'Italia, come delle tante associazioni che sono parte integrante dei comitati referendari".
"L'emendamento - sottolinea Ruta-  è stato sottoscritto anche dai senatori Pezzopane (pd), Stefano (misto/sel), Ricchiuti (pd), Puppato (pd), Casson (pd), Gatti (pd), Gotor, (pd), Mineo (misto), Conte (Ap), Molinari (misto), Bignami (misto), Razzi (Fi).
L'obiettivo di tutelare il territorio da attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi e di stoccaggio sotterraneo di gas naturale, così come chiedono i promotori dei quesiti referendari, troverebbe in questo modo piena accoglienza come anche la necessità di sottoporre i procedimenti autorizzatori all'intesa tra lo Stato e gli enti territoriali locali".

Nessun commento:

Posta un commento