lunedì 30 novembre 2015

Trivelle: la Corte di Cassazione ammette i referendum abrogativi

L’ufficio Centrale per i Referendum presso la Corte di Cassazione si è espresso favorevolmente in merito alla legittimità dei sei quesiti referendari che abrogherebbero alcune parti relative alle trivellazioni petrolifere contenute nell’articolo 38 del decreto legge Sblocca Italia. I sei quesiti “No Triv” sono stati presentati lo scorso 30 settembre alla Corte di Cassazione da dieci Regioni e il Molise è stato tra le prime ad averli approvati all’unanimità. 

Nessun commento:

Posta un commento